venerdì 28 novembre 2008

Una dolce sfida...

Per questa sfida, la mia prima, ho pensato e ripensato cosa preparare, nella mia mente si sono affollate ricette di ogni tipo, antipasti, salati, di tuto un pò...poi pensandoci bene, mi sono chiesta quale piatto per me, rappresenta più di tutto il Natale: il pandoro!!!
Ma si con il freddo sempre più pungente e l'aria di festa che comincia a sentirsi, cosa c'è di meglio di una bella fetta di pandoro imbiancata da una manciata di zucchero a velo?
Una volta decisa la ricetta però sentivo che mancava qualcosa da abbinare, la crema zabaione certo è la morte sua, però stavolta ci vuole qualcosa di più...come dire...direi frizzante, ma non è proprio il termine adatto...così ho pensato (ancora!) al pranzo alla fatica che si fa(come se fosse un sacrificio poi eh? ;) )a mangiare ancora dolce dopo tutte quelle portate, ed ecco qui l'idea:gli zuccherini digestivi, tanto per rallegrare con altri colori la tavola e concedersi un momento..."infiammabile"
E così eccomi qui:

PANDORO:
Ingredienti:
per il lievitino:
15gr. lievito di birra
60gr. acqua tiepida
50gr. farina di forza
1cucchiaio di zucchero
1tuorlo

Sciogliere il lievito in acqua e procedere ad amalgamare tutti gli ingredienti, fino a che il composto sarà liscio. Lasciar lievitare 60 minuti fino al raddoppio.

1°impasto:
200gr. farina di forza
3gr. lievito di birra
25gr. zucchero
30gr. burro
2 cucchiaini d'acqua
1uovo

Sciogliere il lievito in acqua e aggiungere al lievitino, zucchero, farina uovo e mescolare energicamente quando sarà ben impastato aggiungere il burro e battere finchè non sarà ben amalgamato. Lasciar lievitare 45 minuti/1 ora
fino al raddoppio.

2°impasto
200gr. farina di forza
100gr. zucchero
2uova
1cucchiaino di sale
1stecca di vaniglia

140gr. burro per sfogliare

impastare tutti questi ingredienti (tranne il burro) e unirlo al primo impasto, battendo bene per cercare di amalgamare entrambi gli impasti, una volta fatto questo, mettere l'impasto in una ciotola unta di burro e lievitare fino al raddoppio coperto.
Passato questo tempo, trasferire la ciotola in frigorifero e lasciarla per una mezz'oretta.
Rovesciare la pasta sul tavolo e tirarle fino a formare un quadrato; mettere al centro il burro piegando gli angoli verso il centro e sigillandoli tra loro. A questo punto stendere la pasta delicatamente in un rettangolo e piegarla in tre (come si piegherebbe il foglio di una lettera). Far riposare 15 minuti in frigo e ripetere l'operazione per 3 volte.
Ungersi le mani di burro, ripiegare verso l'interno i lati dell'impasto e rotolarlo sul tavolo per formare una palla. Metterlo in uno stampo da pandoro ponendo la parte più tonda e liscia sul fondo dello stampo.
Coprire lievitare finchè la cupola non esce dal bordo.
Cuocere in forno a 170° per 15 minuti abbassare a 160° per altri 10 minuti

Per gli zuccerini basta munirsi di un barattolino, una bottiglia di alcool 95°, zollette di zucchero e fantasia...si possono aromatizzare come si vuole, io qui ho abbinato quelli fatti con scorzette d'arancia e anice stellato. Basta lasciarli riposare per qualch giorno.
Si può servire la fetta di pandoro in un piattno con accanto un cucchiaino con una di queste zollette incendiate...molto scenico!
Si dà fuoco agli zuccherini per permettere all'alcool di evaporare e lasciare il gradevole aroma del "condimento" usato.

Questo è il risultato:

4 commenti:

Dida70 ha detto...

Perfetto!
E posso solo immaginare quanto sia più buono di quelli confezionati!
complimenti, una perfetta interpretazione di questa sfida!
un abbraccio
dida

Sere ha detto...

acciderbolina che bello!

Isabel ha detto...

meraviglioso!!!!!!!un bacione e buon fine settimana

Serena ha detto...

Ma è veramente P E R F E T T O.
Chissà come sarà buono da addentare...
Io non ci provo neanche, mi limito ad applaudire chi come te ha la pazienza e il coraggio di provare e di riuscirci così bene.
:)